Speciale Tsunami - Eventi
Crea sito
 
SPECIALE TSUNAMI - Eventi

 

Gli tsunami degli ultimi anni


Negli anni 90 si sono verificati ben dieci tsunami devastanti che hanno causato tra le 4000 e le 5000 vittime, l'ultima avvenuta in nuova Guinea nel 1998 sulle coste di Papua Nuova Guinea e, come tutte le altre, è stata causata da collisioni fra zolle tettoniche lungo il perimetro dell'Oceano Pacifico. Negli anni 90, gli altri tsunami sono stati:

 
2 settembre 1992, Nicaragua, altezza d'onda (hO) 10 m. vittime 170;
12 dicembre 1992 Isola di Flores hO 26 m. vittime 1000;
12 luglio 1993 Okushiri, Giappone hO 31 m vittime 239;
14 novembre 1994 Isola di Mindoro hO 7 m vittime 49;
2 giugno 1994, Giava orientale hO 14 m. vittime 238;
9 ottobre 1995 Jalisco Messico hO 11 m vittime 1;
1 gennaio 1996 Isola di Sulawesi hO 3,4 m vittime 9;
17 febbraio 1996 Irian Jaya hO 7,7 m. vittime 161;
17 luglio 1998 Papua Nuova Guinea hO 15 m. vittime 2200.

 

Le eventualità in Italia

Secondo i geofisici, anche il nostro Paese è a rischio tsunami. Alcuni studiosi studiando il territorio pugliese hanno scoperto le tracce di uno tsunami avvenuto nel 1400 circa sul Gargano. Nel Tirreno si trova il Marsili che con un diametro superiore ai 45 km, è il vulcano sottomarino più grande d'Europa.
Un piccolo terremoto o l'inizio di un'attività eruttiva potrebbe provocare lo smottamento di una serie di frane non stabilizzate che si trovano lungo i suoi pendii. E questo genererebbe uno tsunami.
Un'altra fonte di preoccupazione è un vulcano sottomarino recentemente scoperto al largo dell'Isola Ferdinandea. Nel marzo 2004 un terremoto del terzo grado della scala Richter avvenuto nei suoi pressi ha generato uno tsunami di piccole dimensioni che ha raggiunto le coste della Sicilia.